Articolo taggato “amicizia”

NO WOMAN, NO CRY

Vincent Ford 

-

Cari amici bradipolettori ben ritrovati. Terminate le vacanze (continua…)

Comments Nessun commento »

VIRTUALE… REALE…

——

Pensare che il virtuale sia solamente negativo è sbagliato, come (continua…)

Comments 1 Commento »

Alla Luce Della Parola

Il valore dell’amicizia

Un uomo aveva due figli. Il giovane disse al padre: dammi subito la mia parte d’eredità. Il giovane vendette tutti i suoi beni e con i soldi ricavati se (continua…)

Comments Nessun commento »

Il cibo condiviso

                                            di Giuseppe Rissone
 

La nostra madre terra ci offre una varietà infinita di cibi per soddisfare la nostra fame. Quando vado a fare la spesa sono particolarmente attratto dal banchetto della frutta e verdura, l’innumerevole quantità di profumi e colori hanno su di me un effetto positivo. Quando il cibo diventa non solo fonte di nutrimento, ma se condiviso con altri, diventa il motore per far crescere amicizie e rapporti profondi. Trovo sconcertante e irrispettoso buttarlo, la nostra società - seppur in crisi finanziaria – è una società opulenta, buttare nella spazzatura carne, frutta, verdura e quant’altro è sintomo di disattenzione, mancanza di rispetto verso chi, il cibo fatica a trovarlo.

Quello che arriva sulla nostra tavola è frutto di una serie di operazioni che la sinergia uomo e natura permette di perpetuarlo nel tempo, dando così a milioni di esseri di nutrirsi e godere del piacere del cibo; come ben sappiamo questi doni non sono equamente distribuiti, noi occidentali “mangiamo” anche il pasto di altri. Non credo molto ai digiuni per aiutare chi il cibo fatica ad averlo sulla propria tavola, servono politiche serie di equa distribuzione e di vero aiuto a chi produce e viene sottopagato. 

Comments 2 Commenti »

—-

Ospitare è accogliere

                                                         di Giuseppe Rissone

Sto scrivendo questo articolo la sera di Pasqua, voi lo leggerete il lunedì di Pasquetta o forse no perchè “impegnati” nella tradizionale gita fuori porta. Io al momento non ho ancora deciso che cosa farò, sinceramente non mi pongo troppo il problema. Detto questo, vorrei invece parlarvi di ospitalità. E’ bello essere ospitati, perchè è la prova tangibile dell’accoglienza. La scorsa settimana ho fatto l’esperienza, anche se non da solo e non da “protagonista”, dell’ospitare. L’ospite, meglio dire l’amico/a, in questione, era un’amica di mia figlia. Un’amicizia nata sulle pagine di internet, che si è rivelata sincera e profonda, segno che il mezzo, se usato bene, non ha le sembianze del Diavolo, come qualcuno vorrebbe far credere, forse per impedirne l’uso, in quanto fonte inesauribile di notizie e di opportunità. Accogliere qualcuno non è semplice, la troppa formalità, la finta gentilezza rischiano di mettere in imbarazzo l’ospite, facendolo sentire “accolto” in modo falso e retorico, la vera accoglienza è presentarsi come si è, senza filtri e maschere. La foto a cornice di questo articolo è stata scattata dalle due amiche dall’alto della Mole Antonelliana, si vede la città, anche nelle parti più lontane. Il mio augurio è che abbiano visto che la loro amicizia andrà molto, molto lontano.

Comments Nessun commento »

—-

Ricomincio da tre

_________________________________

 di Giuseppe Rissone

 L’amicizia per voi quanto conta? Personalmente l’amicizia è un valore che metto alla pari con l’amore per la mia compagna e per i miei figli. Il lungo fine settimana dell’Epifania è stato contrassegnato da alcuni eventi legati alla sfera amicale. Tutto è iniziato con una telefonata fatta ad una persona, che non ho ancora avuto modo di conoscere di persona, ma che considero amica in quanto frutto di uno scambio di idee e impressioni sincere e semplici. Giovedì dopo una lunga giornata di lavoro, mi sono recato nella sede torinese di Radio Beckwith Evangelica per registrare le nuove puntate delle mie trasmissioni radiofoniche. Una di esse, La strana Coppia, non sarebbe mai nata, se a reggere il tutto non ci fosse un rapporto di amicizia nato in precedenza. Il giorno dell’Epifania è trascorso in compagnia di un amico di vecchia data, direi quasi un fratello, e della sua famiglia. Domenica, al culto nel Tempio Valdese, incontri previsti e imprevisti, con sorelle e fratelli hanno completato questa bellissima sequela.  Quattro piccoli appuntamenti, molto diversi tra di loro, che hanno in comune la voglia di stare insieme, condividendo passioni, ricordi, progetti e idee. Pensandoci bene questi tre episodi sono in perfetta linea con il “motto” di questo blog: lenti perché vissuti intensamente, sobri perché semplici, solidali perché nati per l’altro. L’unico rammarico è non poterli vivere quotidianamente, però l’averli vissuti mi lascia addosso una sensazione di serenità e gioia che voglio condividere con tutti voi.

Comments 3 Commenti »